Progetto Industria 4.0

Progetto Industria 4.0


La novità

La Arrizza srl è lieta di annunciare l'introduzione della tecnologia 4.0 all'interno della vasta gamma di prodotti presenti a catalogo con l’obiettivo dichiarato di sostenere più efficacemente il processo di transizione digitale ed innovazione tecnologica delle imprese.
La suite tecnologica, comprensiva di SIM gratuita e contratto di 5 anni prepagato, prevede la possibilità di controllare le macchine attraverso un’implementazione dedicata alla manutenzione programmata (segnalazioni relative alle soglie limite di lavoro con alert specifici), al controllo macchina in movimento (visualizzazione grafica tramite GPS su GOOGLE MAPS degli spostamenti e del posizionamento della macchina in tempo reale), al conteggio delle ore di lavoro ed al blocco della macchina operatrice (tramite sistema di controllo dei comandi da remoto con attivazione / disattivazione comando START e STOP).
Inoltre, attraverso una piattaforma cloud personalizzata e gratuita ed un sistema di telemetria, è possibile raccogliere ed analizzare i dati di lavoro direttamente sul proprio PC o Smartphone elaborando una reportistica grafica delle ore di lavoro indicizzata per data, ore e minuti con possibilità di estrarla direttamente nei gestionali aziendali.


Come usufruirne

I clienti che usufruiranno di questa tecnologia potranno ottenere un Credito d'imposta pari al 40% del valore del bene acquistato (Piano Industria 4.0). Detto contributo, rappresenta un credito utilizzabile per la compensazione di imposte dirette (IRPEF, IRES, IRAP), tributi (IVA, IMU), contributi previdenziali e assistenziali dei lavoratori dipendenti, contributi previdenziali e assistenziali propri (impresa individuale) calcolato in 3 quote annuali costanti di pari importo (1/3 all’anno).
Per poter beneficiare del credito di imposta, l’investimento deve essere effettuato semplicemente con acquisto a titolo di proprietà oppure anche attraverso un’operazione di leasing.


Le tempistiche

Per aver diritto al credito di imposta, l’investimento deve essere effettuato dal 01/01/2022 al 31/12/2022.
Detto contributo spetta altresì per gli investimenti effettuati entro il 30/06/2023 a condizione che, entro il 31/12/2022, risulti accettato dal venditore e sia effettuato il pagamento di un acconto pari almeno al 20% dei costi di acquisizione

Domande?

Clicca qui